Category Archives: Calciomercato

Juventus, sei convinta o no di Schick?

Alla sua prima stagione in Serie A, a 21 anni, Patrik Schick ha raggiunto la doppia cifra nella classifica marcatori con una semplicità e con colpi che non sono passati inosservati.
Riserva della Sampdoria per tutto il girone d’andata, l’ex bomber del Bohemians è stato bravo a sfruttare al massimo i minuti che mister Giampaolo gli ha concesso a suon di gol. Il primo, inutile, contro la Juventus, poi quelli con Torino, Lazio e Chievo Verona che hanno fatto da preludio a un 2017 di ben altro spessore.

Giampaolo, ben presto, s’è reso conto del giovane e talentuoso attaccante che aveva in rosa. E per questo dopo la pausa natalizia ha iniziato a lanciarlo con sempre maggiore continuità, complice anche qualche infortunio dei suoi attaccanti titolari. Da quel momento in avanti Schick non s’è più fermato e l’ultima rete contro il Crotone – che ha molti ha ricordato il colpo di genio di Dennis Bergkamp contro il Newcastle – ha ulteriormente acceso i riflettori su un calciatore che sembra aver solo fatto intravedere ciò di cui sarà capace nei prossimi anni.

Per questo motivo, la Sampdoria s’è già pentita di aver inserito la scorsa estate – al momento dell’acquisizione del calciatore dallo Sparta Praga – una clausola rescissoria da 25 milioni di euro. Perché quella cifra è musica per le orecchie dell’Inter, con Suning che ha già avallato l’operazione e dato mandato al ds Ausilio di bruciare la concorrenza di una Juventus altrettanto interessata, ma non così decisa, scrive Tuttomercatoweb.

La Sampdoria, nel frattempo, sta provando ad alzare la clausola. Vorrebbe raddoppiarla stipulando un nuovo contratto che garantirebbe ai blucerchiati due vantaggi: trattenere Schick per un’altra stagione e venderlo nell’estate 2018 per una cifra più alta. A Bogliasco, infatti, ne sono certi: incassare 50 milioni tra un anno se il bomber ceco confermerà quanto fatto quest’anno non sarà certo un problema.

De Sciglio e il Milan verso il divorzio: Allegri lo aspetta alla Juve

Mattia De Sciglio dovrebbe lasciare il Milan a fine stagione. Il giocatore azzurro ha il contratto in scadenza nel giugno del 2018 ma non ha intenzione di rinnovare. Come spiega l’edizione odierna di Leggo, il rapporto tra il Milan e De Sciglio e ormai finito e oggi è in programma un incontro tra il giocatore e la società rossonero per sancire il divorzio. Sulla strada di De Sciglio c’è la Juventus e Allegri lo aspetta da tempo.

Dall’Inghilterra sono sicuri: Marchisio andrà al Chelsea. Ecco l’offerta

Dopo l’offerta da circa 20 milioni per Claudio Marchisio rifiutata dalla Juventus, il Chelsea è pronto a rilanciare. Secondo il The Sun i Blues sono fiduciosi per la chiusura dell’accordo coi bianconeri, col club torinese che avrebbe fatto una richiesta di 30 milioni con in più la possibilità di inserire nell’accordo una clausola di riacquisto.

Bucchioni: “Di Maria, De Sciglio, Verratti, Tolisso, Caldara, Spinazzola: tutti i nomi della nuova Juve”

Il giornalista Enzo Bucchioni ha dedicato ampio spazio al mercato della Juventus nel suo editoriale settimanale per Tuttomercatoweb:

Allegri resterà alla Juventus anche se dovesse essere triplete (tifosi della Signoira toccate ferro), non è Mourinho. La sua è un’altra storia. Vi abbiamo già anticipato la settimana scorsa che è stata raggiunta un’intesa di massima per prolungare il contratto fino al 2020 con un ingaggio da top-allenatore, progressivamente dai cinque attuali agli otto milioni. L’annuncio doveva esserci, poi è stato rimandato, in fondo Allegri il contratto per l’anno prossimo ce l’ha già.

In attesa dell’atto formale e dell’aumento, Allegri è rimasto a Torino anche perché la Juventus gli ha presentato un piano di rafforzamento e di ringiovanimento a prescindere da come finirà questa stagione.

Si sta lavorando sottotraccia da tempo con il Psg e l’obiettivo è molto ambizioso. Vi abbiamo già detto che da mesi Di Campli, l’agente di Verratti, sta cercando la strada per riportare in Italia il giovane talento della nazionale. L’operazione costosa Orsolini (dall’Ascoli alla Juve) è stata un antipasto, guarda caso il procuratore è lo stesso. Ma non solo Verratti. Con gli incassi di questa stagione incredibilmente positiva, oltre 100 milioni dalla Champions più Coman riscattato dal Bayern per circa 20 milioni, la Juventus può permettersi di fare altre spese importanti e di alzare il monte ingaggi. In questa ottica nel mirino dei bianconeri è finito anche Di Maria che nel Psg con Emery non gioca moltissimo. La Juve sarebbe disposta a sacrificare Mandzukic che potrebbe far coppia con Cavani a Parigi, e a mettere sul piatto il centrocampista francese Lemina oltre a un pacco di milioni, una settantina. Gli intermediari sono al lavoro per trovare un punto d’incontro tra domanda e offerta, e in attesa di capire se Emery resterà o meno sulla panchina della squadra francese.

Ma non è tutto. Sempre aperta la pista che porta a Tolisso in attesa di valutare cosa farà Khedira autore di una stagione strepitosa, ma molto tentato dalla lega americana. Per la difesa Caldara si sta dimostrando più avanti del previsto, con ogni probabilità arriverà in bianconero dall’estate prossima e non nel 2018 e con lui farebbe ritorno a casa l’esterno Spinazzola che sta facendo una grande stagione a Bergamo.

Un altro nome da tempo nel mirino e forse qualcosa di più, è Mattia De Sciglio che ha deciso di lasciare il Milan a maggior ragione dopo l’aggressione patita dopo la gara con l’Empoli. E’ probabile che i rossoneri si mettano a trattare con la Juve già l’estate prossima per evitare che l’esterno di difesa si liberi a zero nel 2018. Ma c’è grande attenzione anche per la crescita di Schick. Marotta ha proposto venti milioni alla Sampdoria con il giocatore che resterebbe un altro anno a Genova. Nel frattempo dal Chelsea è arrivata una buona offerta (20 milioni) per Marchisio. Dopo il no iniziale, ora si riflette. Deciso no, invece, alle offerte per Bonucci. La difesa andrà rinnovata e il centrale, con la sua esperienza, dovrà far crescere ancora Caldara e Rugani. Anche Benatia sarà riscattato, sul suo recupero ad altissimo livello credono tutti.

Come si vede, nel momento in cui la Juventus sta per coronare una stagione ad altissimo livello, nessuno si ferma e il rinnovamento è considerato fondamentale per ripartire verso nuovi traguardi.