Category Archives: Calcio

Juve fermata a Bergamo. Adesso in Champions vietato sbagliare.

Giornata di campionato con la trasferta contro l’Atalanta. Nonostante la sfida di Champions contro il Monaco sia alle porte, Allegri ha scelto di non fare il turnover e di scendere in campo con i titolari. I bianconeri escono da questa sfida con un pareggio e devono rinunciare ai tre punti che avrebbero quasi chiuso il discorso scudetto. In campo oggi anche la Primavera che ha battuto il Pescara per 5-1. I ragazzi allenati da Fabio Grosso hanno dominato il match. Nella giornata di oggi si è parlato anche di mercato con il Chelsea che sarebbe pronto a rilanciare l’offerta per Claudio Marchisio. I Blues sono fiduciosi per la chiusura dell’accordo coi bianconeri, col club torinese che avrebbe fatto una richiesta di 30 milioni con in più la possibilità di inserire nell’accordo una clausola di riacquisto.

Dybala: “Abbiamo fatto di tutto per vincere. Voglio essere una bandiera bianconera”

Paulo Dybala ha parlato a Sky: “Del Piero è un esempio. Seguire le sue orme non sarà facile. Spero di poter fare quello che ha fatto lui. E’ un esempio per tutti. Maglia numero 10? Per la Juventus la maglia numero 21 ha un peso importante. Ho un grande rispetto per il numero 21. Io non chiederò il numero 10. Oggi abbiamo fatto di tutto nel secondo tempo per vincere. Voglio essere una bandiera bianconera”

Ancora Allegri: “Non servono scusanti. Il pareggio di Bergamo ci deve far riflettere in vista del Monaco”

Dopo il 2-2 contro l’Atalanta Massimiliano Allegri ha dichiarato: “Stasera le scusanti non servono, il pareggio stasera rispecchia l’andamento della partita, giocata a fasi alterne. A due minuti dalla fine abbiamo preso questo gol che la Juventus non prende mai. È un risultato che ci deve far riflettere, perché mercoledì a Monaco troveremo una squadra che gioca simile all’Atalanta, con grande velocità, corsa e tecnica, negli spazi. La seconda cosa è che il campionato non è assolutamente chiuso, perché mancano sette punti ad arrivare a 91, stasera è un pareggio importante, ma fino alla fine, fino all’ultima partita, ci sarà sicuramente da pedalare e da soffrire. Le antenne dritte vanno tenute, è normale che quando arrivi da un periodo dove tutti ti dicono che stai bene, sei bravo, vinci tutto e tutte le partite, inconsciamente qualcosa molli. Però stasera era una partita che valeva lo Scudetto e nelle difficoltà della partita, alla fine la squadra l’ha portata a casa. Ci è mancato quel pezzettino finale. Il rigore? Non ho accennato assolutamente a niente perchè il rigore è ininfluente ai fini del risultato. Bisogna accettare il risultato, far tesoro degli errori dell’ultimo minuto, andare a casa e preparare le partita di mercoledì.

 

Conti: “Contento dei complimenti. L’Atalanta e’ una seconda famiglia e…”

Andrea Conti ha parlato a Mediaset: “Sono contento dei complimenti, mi fa piacere. Nel lavoro che facciamo in settimana, ci mettiamo a disposizione, il merito della squadra. Sono contento per aver segnato, la Juve è una grande squadra, mi fa piacere.  Che differenza tra Juve, Napoli e Roma? La Juve ha qualcosa in più, qualità, se lasci spazio ti mettono palla dove vogliono, nel primo tempo li abbiamo bloccati, poi nella ripresa siamo calati ma abbiamo ottenuto l’obiettivo. Vincere a Napoli ci ha dato consapevolezza dei nostri mezzi, penso sia stata la svolta. Sirene di mercato? Penso che sia l’obiettivo di tutti andare in grandi squadre, voglio finire bene, fare un grande europeo. L’Atalanta e’ una seconda famiglia, dovessi andare via sarebbe tutto di guadagnato ma non ci penso”.

A Sky: “Gol? Molto emozionante perché la Juve è una grande squadra. Grande pareggio che sarà importante per il nostro obiettivo. Tutti si aspettavano un calo nella seconda parte di stagione ma stiamo dimostrando di esserci. Nella linea dei terzini mi troverei meglio. Sulla fascia penso di poter fare più ruoli”.